RubricaRubrica Cerca nel sitoCerca nel sito ModulisticaModulistica WebmailWebmail
Il Dipartimento sui social: Seguici su Facebook Seguici su Facebook Seguici su Youtube

Contenuti pagina [0] | Menù [1] | Copyright e credits [2]

Dipartimento di Fisica

Sei in »» » Laurea Triennale in Fisica » Tirocini Didattici

Difetti topologici in cristalli liquidi nematici, strutture periodiche di difetti, manipolazione ed intrappolamento di micro e nano-oggetti.

  1. Dati del tirocinio

    Soggetto ospitante: UniversitÓ della Calabria

    Luogo: Laboratorio di Fisica Molecolare - Fotonica, Dipartimento di Fisica

    Docente - Tutor accademico: Pasquale Pagliusi, Gabriella Cipparrone

    Contatto: pasquale.pagliusi@fis.unical.it; gabriella.cipparrone@fis.unical.it

    Periodo: a scelta dello studente

    CFU: 6 CFU, corrispondenti a 150 ore di impegno totale

  2. Obiettivi formativi:

    Fornire allo studente le conoscenze basilari della formazione di difetti topologici in celle di cristalli liquidi creati da opportune configurazioni di confinamento. Particolare attenzione sarà rivolta alle modalità di strutturazione dei substrati mediante tecniche di microrubbing e di fotoallineamento (con registrazione di ologrammi). Le diverse geometrie di difetti topologici (anche arrays 1D e 2D) saranno studiate mediante diverse tecniche ottiche. Gli ambienti liquido cristallini con strutture periodiche di difetti saranno utilizzati per intrappolare oggetti micro e nanometrici. Sarà studiata la possibilità di muovere e controllare i difetti mediante l’applicazione di campi esterni (campi elettrici, campi ottici, etc.)

  3. Contenuti e programma:

    Il programma del tirocinio prevede di fornire le conoscenze sulla formazione di difetti topologici in cristalli liquidi ed il loro utilizzo per intrappolare e manipolare micro e nanooggetti . L’attività di ricerca prevede 1) la costruzione di celle di cristallo liquido con diverse geometrie di difetti prodotte mediante opportune configurazioni dei substrati allineanti, 2) la registrazione di ologrammi nel caso in cui si utilizzino materiali fotoallineanti, 3) la caratterizzazione degli arrays di difetti mediante microscopia ottica, 4) lo studio degli effetti prodotti da campi elettrici applicati, 5) lo studio dell’intrappolamento di micro e nanoparticelle .

Archivio